Instagram icon Contattami
Spunta la casella per proseguire

en
Betto Alice
1991
2005
2013
2014
2015

Le tappe della mia vita

Nuoto

Nuoto

Per volere di mio papà mi sono tuffata in acqua, per la prima volta nella mia vita, quando avevo 4 anni. Da quel momento non ho più smesso di nuotare. L’acqua è il mio elemento, non potrei proprio farne a meno.

Alessandro

Alessandro

Ho incontrato Alessandro per la prima volta in piscina, nuotavamo nella stessa squadra di nuoto. Fu amore a prima vista: iniziammo a frequentarci e da allora non ci siamo più lasciati. Il 22 settembre 2011 ci siamo sposati.

Laurea

Laurea

Ho concluso il mio percorso Accademico nel novembre del 2013, anziché nel 2012, perché avrei dovuto partecipare alle Olimpiadi di Londra. A causa di un infortunio ho saltato quel grande appuntamento e mi sono gettata al 100% nello studio, laureandomi con 110 e lode.

Fiamme oro

Fiamme oro

Ho vissuto il mio primo anno nel gruppo sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato. In quel momento ho trasformato la passione per il Triathlon in lavoro. Vestire la maglia delle Fiamme oro e quella della Nazionale è un grandissimo onore e privilegio.

Roma

Roma

Mi sono trasferita a Roma definitivamente nel gennaio del 2015. Dovevo risolvere il problema al tendine d’Achille e sono venuta a Roma per curarlo. Avevo bisogno di dare un svolta alla mia vita sportiva, allenandomi in un nuovo ambiente per avere nuovi stimoli.

Ciao! Sono Alice Betto, triatleta azzurra della FITRI: conosciamoci meglio!

Scopri di più sulle mie passioni

Viaggi
Alimentazione
Arte

Viaggi

Viaggi

Terminato il liceo, ho iniziato a viaggiare molto. Nell’agosto del 2006 io e Alessandro siamo partiti per il nostro primo viaggio all’avventura alla volta della costa meridionale della Francia. Da quel momento è cresciuta la mia voglia di visitare il mondo, desiderio che è stato soddisfatto grazie al triathlon. Infatti, in questi anni ho raggiunto luoghi lontanissimi che mai avrei pensato di visitare in così poco tempo.

Alimentazione

Alimentazione

Da bambina osservavo mia nonna mentre cucinava e non vedevo l’ora di avere una cucina tutta mia per sperimentare mille ricette lette sui libri oppure già provate in qualche ristorante. Cucinare mi rilassa e mi permette di esprimere la mia creatività. Da quando sono atleta ho imparato ad avere un’alimentazione sana e nutriente, senza però rinunciare al gusto di un buon piatto.

Arte

Arte

Finito il liceo scientifico, per la scelta universitaria ero indecisa tra Architettura e Accademia di Belle Arti. Il giorno del test di ammissione l’atmosfera vissuta all’interno dell’Accademia di Brera mi ha conquistata. Anche se nel corso degli anni ho deciso di cambiare strada e di scegliere quella sportiva, l’esperienza in Accademia è rimasta indelebile. Oggi, infatti, la pittura è la mia fuga dalla realtà, la mia medicina nei momenti più bui.